TECNOLOGIE FISICHE PER AMBIENTE ED ENERGIE RINNOVABILI

Tecnologie Fisiche per Ambiente ed Energie Rinnovabili
  • Fornisce le conoscenze necessarie a sviluppare tecnologie e dispositivi che trovano ampia applicazione nelle tematiche ambientali ed energetiche.
  • Esalta il ruolo "centrale" della Fisica per comprendere il funzionamento e la progettazione di dispositivi elettronici dedicati alla sensoristica e/o alla conversione dell’energia da fonti rinnovabili.
  • Fornisce le conoscenze e gli strumenti per valutare le diverse soluzioni energetiche con la consapevolezza della complessità dei problemi e della ricchezza di opportunità che, anche da un punto di vista economico, possono offrire.
A Parma, Tecnologie Fisiche per Ambiente ed Energie Rinnovabili
  • Dà la possibilità di personalizzare il proprio piano di studi inserendo insegnamenti dedicati alla fisica dei materiali e dei dispositivi, sia di carattere generale, che più marcatamente applicativi.
  • Fornisce un ampio spettro di argomenti di tesi nel campo della ricerca e sviluppo sulle energie rinnovabili e sulle misure ambientali sia all’interno del DIFEST che all’esterno, per mezzo di tirocini, presso aziende convenzionate.
Insegnamenti a scelta proposti
  • Laboratorio di Diffrazione, Magnetometria e Risonanze Magnetiche
  • Laboratorio di Nanotecnologie Molecolari
  • Laboratorio di Spettroscopie Vibrazionali
  • Materiali Nanostrutturati a base di Carbonio
  • Fisica e Tecnologia dei Materiali
  • Fisica ed Applicazione dei Semiconduttori
  • Tecnologie Fisiche per le Energie Rinnovabili
  • Applied Acoustics
  • Elettronica Industriale
  • Fisica dell'Ambiente e dei Sistemi Energetici
  • Tecnologie Elettroniche
FAQ

Perché in un percorso di questo tipo è necessario seguire corsi come Fisica Teorica e Fisica Statistica?

Uno dei punti di forza della LMF è la preparazione a dare risposte semplici a domande complesse, peculiarità che caratterizza sempre più il laureato magistrale in Fisica. Questo importante traguardo viene raggiunto allenandosi mediante lo studio delle materie tipiche della Fisica Moderna che necessariamente devono far parte del curriculum degli studi di un dottore magistrale in fisica.

 

C’è possibilità di corsi a scelta diversi da quelli proposti?

Lo studente può personalizzare il proprio piano di studi rispettando il numero totale di CFU dedicato ai corsi a libera scelta ed i criteri generali previsti nell’ordinamento didattico (per questo ultimo punto è bene informarsi preventivamente presso la segreteria studenti del DIFEST). Piani di studio che prevedono corsi differenti da quelli proposti nel Manifesto degli Studi della LMF sono soggetti ad approvazione da parte del Consiglio di Corso di Studi Unificato in Fisica.

 

Quali sono le fonti di energia rinnovabile che si possono studiare in teoria e in laboratorio?

I corsi che riguardano le energie rinnovabili (ER) sono molto applicativi e la parte teorica è funzionale alla comprensione dei fenomeni principali che caratterizzano le ER. In laboratorio viene studiato il fotovoltaico a livello di produzione dei dispositivi (celle e moduli PV), di caratterizzazione in campo e di scalabilità dei processi a livello industriale (Fisica-Parma, IMEM, RSE-Piacenza). In tempi recenti viene studiato anche il Risparmio Energetico e il "Life Cycle Assestment" (LCA). (Ingegneria-Parma e Studio Alfa-Reggio Emilia).

 

È richiesta una propedeuticità per frequentare i corsi erogati da altri corsi di laurea?

Non è richiesta nessuna particolare propedeuticità per gli insegnamenti proposti in questo percorso.

 

È possibile seguire più di due laboratori?

Certamente si, all’interno dei corsi a scelta.

 

Quali sono i possibili settori di impiego?

Il percorso didattico "Tecnologie Fisiche per Ambiente ed Energie Rinnovabili" permette al laureato magistrale in fisica di trovare occupazione anche in nuovi campi professionali:

  • Misure ambientali (rendimento energetico degli edifici, prevenzione incendi, energie rinnovabili, smart-grid
  • Consulenze su impianti tecnici e tecnologici (Enti certificatori, Tribunali, Banche)

  • Consulenza industriale e direzionale (Problem solving e Problem setting)
  • Trasferimento tecnologico (Studi brevettuali, Spin off, Enterprise-incubator)
  • Ricerca e sviluppo (Aziende high-tech e low-tech, nuove applicazioni, nuove metodologie, nuovi prodotti)
  • Soprintendenze regionali e nazionali operanti nel settore della salvaguardia dei beni ambientali (ARPA, Protezione Civile)
  • Strutture operanti nel settore del controllo dei processi atmosferici, della meteorologia, inclusa la simulazione numerica di processi di evoluzione altamente complessi.

 

Come e quando fare domanda di tesi presso aziende e/o enti convenzionati?

Dal punto di vista della tempistica non vi è alcuna differenza tra una tesi interna ed un tirocinio presso aziende convenzionate. La procedura da seguire si trova alla seguente pagina. L’elenco delle aziende e degli enti convenzionati può subire variazioni nel tempo perciò si consiglia di controllare spesso la pagina! Lo studente può anche proporre di sua iniziativa una azienda presso cui svolgere il tirocinio non ancora inclusa nell’elenco riportato nel link precedente. In questo caso l’azienda DEVE firmare una apposita convenzione con UNIPR (tempi previsti 2/3 mesi) e solamente DOPO si può iniziare il tirocinio.

 

Ci sono possibilità di proseguimento e formazione post laurea presso le aziende convenzionate?

Le aziende, essendo private, sono libere nelle loro scelte. A volte, agli studenti meritevoli vengono proposti stage di formazione post laurea.

 

Perché scegliere questa specializzazione invece di seguire un corso di scienze ambientali o di ingegneria ambientale?

Questo è un percorso della Laurea Magistrale in Fisica (LMF) che offre una ampia gamma di possibilità lavorative in molti settori professionali. I laureati in fisica sono molto apprezzati in tutti i settori dove è richiesta una predisposizione alla modellizzazione di problemi complessi; la costruzione di modelli predittivi è il marchio di fabbrica della LMF che la contraddistingue rispetto ad altre LM di area scientifica.