FISICA

LAUREA MAGISTRALE

PROVA FINALE - ATTIVITA' PROPEDEUTICA (Stage in azienda)

Crediti: 
40
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre

Obiettivi formativi

Conoscenza e comprensione:
- conoscere e comprendere i più rilevanti fenomeni e leggi della fisica alla base dell’argomento trattato nell’elaborato finale
- conoscere e comprendere il metodo sperimentale adottato nel tirocinio esterno (teoria della misura e trattamento degli errori, elementi di statistica, strumentazione fisica)
- conoscere le attività aziendali nel complesso e in particolare quelle del settore dove si svolge il tirocinio
- comprendere le disposizioni regolamentari e normative applicabili in azienda con particolare
attenzione a quelle antinfortunistiche, comportamentali, igieniche od organizzative richieste all'interno della struttura ospitante.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- valutare analogie e differenze tra sistemi fisici, dati sperimentali, metodologie da applicare, approssimazioni e metodi matematici da utilizzare
- sapere utilizzare codici numerici o programmi di elaborazione dati, o di gestione delle apparecchiature scientifiche
- eseguire esperimenti di Fisica con un ragionevole grado di autonomia
- elaborare e analizzare statisticamente i risultati di misure o di simulazioni
- utilizzare i risultati ottenuti nel corso del proprio lavoro per ricavare rappresentazioni in termini di modelli del sistema fisico in esame, riconoscendone gli aspetti essenziali

Autonomia di giudizio
- analizzare criticamente le modalità di conseguimento, di analisi e interpretazione dei risultati ottenuti
- analizzare criticamente modelli teorici e approssimazioni da utilizzare per la descrizione dei fenomeni studiati nell’elaborato finale
- individuare la strategia più adatta a risolvere un problema
- valutare con flessibilità come applicare a problemi nuovi strumenti e soluzioni già note
- introdurre con consapevolezza semplici elementi di innovazione in modellizzazioni note
- utilizzare in maniera critica la letteratura scientifica per valutare quali modelli, metodologie e risultati usare per affrontare il problema in esame

Abilità comunicative
- utilizzare con appropriatezza il linguaggio scientifico della Fisica
-presentare con chiarezza, in maniera sintetica e analitica i risultati e le conoscenze conseguite durante l’attività connessa all’elaborato finale e le conoscenze apprese dalla letteratura scientifica
-utilizzare gli strumenti più idonei per comunicare con efficacia e incisività le conoscenze apprese e i risultati dell'attività svolta per la prova finale

Capacità di apprendimento
- possedere capacità personali nel ragionamento logico e nell'approccio critico alle tematiche affrontate nell’elaborato finale
- essere in grado di raccogliere informazioni in modo autonomo tramite ricerche nell'ambito della
letteratura scientifica, prevalentemente in lingua inglese
-saper acquisire nuove conoscenze in modo autonomo così da essere in grado di affrontare ulteriori percorsi di studio oppure un'attività professionale

Prerequisiti

Per sostenere la Prova Finale lo studente deve aver sostenuto tutti gli esami previsti dal piano di studi. I prerequisiti comprendono, quindi, tutte le conoscenze, competenze e abilità previste dagli insegnamenti del Corso di studio e lo svolgimento del tirocinio formativo (6 CFU).

Contenuti dell'insegnamento

Il contenuto dell’elaborato finale consiste nella descrizione del lavoro svolto durante il tirocinio formativo, la cui tematica può non rientrare in quelle trattate durante il Corso di Studi. È un elaborato multimediale che descrive il lavoro individuale svolto presso l’azienda: i compiti svolti, le metodologie sperimentali adottate e i risultati ottenuti nonché il loro inserimento e rilevanza nel contesto produttivo dell’azienda.

Bibliografia

Materiale fornito dai tutor sia interno che esterno che fornirà allo studente le necessarie conoscenze teoriche per lo svolgimento del suo lavoro in azienda e le necessarie informazioni per permettergli un facile inserimento nel contesto aziendale.

Metodi didattici

Il tutor interno nominato dalla Commissione didattica propone lo svolgimento del tirocinio presso un’azienda già preventivamente contattata e affida lo studente ad un tutor esterno operante presso la stessa azienda che lo seguirà durante la sua attività di tirocinio (40 CFU). Il tutor interno assiste lo studente nella preparazione del seminario da tenere di fronte alla Commissione di Laurea.
Una Commissione di docenti, nominata in base alle norme indicate nel Regolamento didattico (art. 13 e Allegato 4), assiste alla presentazione dell’elaborato finale tramite slides. Discute con il candidato i principi fisici alla base del lavoro, il contesto, i risultati e le conclusioni esposti durante la presentazione orale degli stessi.

Modalità verifica apprendimento

La prova finale consiste nella preparazione e discussione di un seminario riguardante il tirocinio svolto, davanti alla Commissione di Laurea. Le modalità di svolgimento della prova finale e le corrispondenti modalità di valutazione sono descritte dettagliatamente nel relativo Regolamento didattico del Corso di Laurea in Fisica (art. 13 e Allegato 4, https://cdl-fis.unipr.it/sites/cl07/files/regolam_didattico_triennale_12... )

Altre informazioni

Sulla pagina web del Corso di Laurea alla voce LAUREARSI è possibile accedere ad un menù che permette di trovare tutte le informazioni riguardanti la prova finale: le informazioni burocratiche per i laureandi, tra cui date delle sessioni di laurea, scadenze e modalità per la presentazione della domanda di laurea, regolamento della prova finale, proposte di elaborati finali e l’archivio degli elaborati discussi dal 2011, orientamento post-laurea.